Direzione
Luisa Baldi, direttore dell’Accademia Teatro in Lingua Veneta
Ada Marcantonio, presidente dell’Accademia Teatro in Lingua Veneta

Accademia

Gabriele Fanti

La sua passione per Ruzante è iniziata nel 1966 dall’incontro con Gigi Giaretta, il regista Padovano studioso del Ruzante.
Approfondisce la conoscenza del pavano tanto da indurre il prof. Giocanni Calendoli, ordinario della cattedra di Storia del Teatro presso l’Università di Padova, a chiamarlo a tenere corsi di lettura e recitazione in "pavan" per i laureandi in materie letterarie.
Con gli amici della "Compagnia d’Arte – Il Ruzante" si aggiudica la "Porta d’Oro" al Festival di Pordenone ed del primo premio al Festival di Pesaro.
È tra i fondatori del Centro Studi Ruzantiani di Padova.
Con la scomparsa di Gigi Giaretta assume il ruolo di regista-attore e gli viene assegnato il Premio quale miglior attore "Angelo Perugini" al Festival di Macerata.
Conserva la regia fino alla trasformazione della compagnia in Cooperativa Teatrale del Centro Studi Ruzantiani, successivamente si scatena in fantasiose interpretazioni dei personaggi a lui affidati.
La Compagnia ottiene significativi successi di pubblico e di critica.
È giornalista pubblicista, per anni collaboratore del Resto del Carlino. Collabora con radio e Televisioni locali. Per tanti anni la sua trasmissione, in dialetto padovano "A l’ombra de la Specola" è stata per i padovani l’appuntamento fisso in diretta all’ora di pranzo.

Sitemap