Direzione
Luisa Baldi, direttore dell’Accademia Teatro in Lingua Veneta
Ada Marcantonio, presidente dell’Accademia Teatro in Lingua Veneta

Accademia

Giuseppe Emiliani

Giuseppe Emiliani, regista e autore di teatro, vincitore del Pegaso d’Oro 2004 per la regia teatrale del Premio Flaiano.
Nel 1979 fonda e dirige la Compagnia Teatromodo di Venezia, per la quale cura la messinscena di numerosi spettacoli, tra i quali:
La metamorfosi (di F. Kafka) (1980)
Pieni di pudore (da P.P. Pasolini) (1981)
John Gabriel Borkman (di H. Ibsen)(1982)
Marionette, che passione! (di Rosso di San Secondo) (1983)
Personaggi in rivolta  (da L. Pirandello) (1984)
Sentimento del vivere (da G. D’Annunzio) (1985)
I fiori del deserto (da G. Leopardi) (1985)
Non si sa come  (di L. Pirandello) ( 1986)
Il Barbiere di Siviglia (di Beaumarchais) (1987)
Nostos  (da “La terra desolata” di T.Eliot) (1988)
All’amor non si comanda  (di G.Emiliani) (1988)
Pantalone innamorao (di G. Emiliani) (1988)
Danton (di Buchner) (1989)
Avvisi di partenza (da D. Buzzati) (1989)
Creditori (di A. Strindberg) (1990)
L’ultimo nastro di Krapp (di S. Beckett) (1990)
L’ orologio (di D. Buzzati) (1990)
Il marinaio ( di F. Pessoa) (1990)
Variazioni sull’anatra (di D. Mamet) (1990)
Terzetto spezzato ( di I. Svevo) (1991)
Sogni di Franz ( di N.de Cilia e G.Emiliani) (1991)
Don Chisciotte  ( di N.de Cilia e G.Emiliani) (1991)
La Tempesta (da Dryden) (1991)
Crepuscoli di provincia (da G. Rocca) ( 1992)

Per il Teatro Goldoni di Venezia  cura lo spettacolo:
“Nelle Stanze di Carlo Goldoni” ( 1991)
Nel 1992 fonda la Compagnia Teatro Niovo con la quale mette in scena: “Signor Goldoni, io sono in incognito!” e “Il giuocatore” di Carlo Goldoni.
Nel 1993 con la stessa compagnia allestisce “ Carlo Gozzi” di R. Simoni.

Nel 1994 inizia la sua collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto con le regie di:
Chi la fa l’aspetta (di C. Goldoni)  (1994) con Antonio Salines, Sara Bertelà, Donatella Ceccarello, Nino Bignamini
I due  gemelli veneziani (di C.  Goldoni ) (1995) con Sergio Romano
Marta mia, caro Maestro (dall’ epistolario Pirandello- Marta Abba) con Giulio Bosetti e Marina Bonfigli.(1995)
Una delle ultime sere di carnovale (di C. Goldoni ) (1996) con A. Salines , Marina Bonfigli , Camillo Milli, Donatella Ceccarello
Le ultime lune (regista assistente) di F. Bordon con M. Mastroianni (1996)
La collina di Euridice (di Paolo Puppa) (1997) con Virginio Gazzolo e Ivana Monti
La trilogia di Zelinda e Lindoro (di C. Goldoni) (1999) con Mario Valgoi

Dirige la Scuola di Teatro del Teatro Stabile del Veneto e cura i saggi dei corsi di recitazione negli anni 1997, 1998, 2000. (“Nemmeno il destino” da G.Bettin, ”Gli amori di Zelinda e Lindoro” di C. Goldoni, “ Il valzer del viandante” )

Per il Teatro Carcano di Milano dirige:
L’uomo, la bestia e la virtù (di L. Pirandello) (1997) con Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi
Un amore  (di D. Buzzati)   con Giulio Bosetti  e M.Bonfigli (1998)
Vaghe stelle dell’orsa  (da G. Leopardi) (1988) con Giulio Bosetti
Una dolcezza inquieta (da E. Montale) (1988) con Giulio Bosetti

Per il Teatro Filodrammatici di Milano dirige:
George  Dandin  (di Molière) (1998)

Per la Compagnia  I Fratellini di Firenze:
Il guardiano (di H. Pinter)  (2000) con Marcello Bartoli e Dario Cantarelli
Arlecchino servitore di due padroni (di C. Goldoni)  (Estate Veronese, 2001) con Marcello Bartoli, Dario Cantarelli, Michela Martini.

Autore e regista di “Bonne Nuit, Monsieur Goldoni” (pubblicato da Primafila e rappresentato a Parigi) prodotto dal Teatro Argot in collaborazione col Teatro Stabile del Veneto) (2001) con Mario Valgoi

Per il l’Università Cà Foscari di Venezia e l’Ambasciata del Canada dirige  Whylah Falls di Geoge Elliott Clarke (2002), Village of idiots di John Lazarus (2003), A line in the sand di Guillermo Verdecchia  (2004)
 
Per la Compagnia Palmieri -Tanzi (Broken Silence) dirige “Vite Private” di Noel Coward (2002)

Per la Compagnia I Fratellini dirige Don Giovanni di Molière (2003) con Marcello Bartoli, Dario Cantarelli, Michela Martini, Michela Mocchiutti, Lino Spadaro.

Per il Teatro di Verdura di Milano allestisce A Ghisola, tuo Gabri (adattamento drammaturgico dal carteggio Duse-D’Annunzio) con Franca Nuti e Giancarlo Dettori (2004)

Per il Teatro Fondamenta Nuove di Venezia allestisce
“Notturni indiani” in occasione del Carnevale 2004.
“Clitennestra per una notte” da Eschilo a Marguerite Yourcenar con Marta Paola Richeldi (2004)
“Il campiello” di Carlo Goldoni in occasione del  Carnevale 2005.

In collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto e la Biennale Teatro 2007 allestisce “La donna serpente” di Carlo Gozzi e il “Sior Todero  brontolon” di Goldoni

Tiene stages internazionali.
Ha insegnato Drammaturgia presso la Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’ Università Cà Foscari di Venezia
E’ docente dell’ Accademia dell’Arte di Arezzo.
E’ responsabile artistico della programmazione di prosa del Teatro Fondamenta Nuove di Venezia.

Nel  aprile 2005 è invitato al prestigioso Teatro Malyi di Mosca  dove viene rappresentato il suo “Arlecchino servitore dei due padrini” con la compagnia de I Fratellini.
Lo stesso spettacolo nel 2004 aveva partecipato al Festival Internazionale di Shizuoca (Giappone)

Per la Biennale Musica 2005 curerà la regia dello spettacolo “Un avatar del diavolo” (da “ Pour en finir avec le jugement de dieu” di Antonin Artaud)  musiche di Roberto Doati e videoscenografie di Paolo Pachini.

Autore del testo “La commedia dell’angelo nero” che viene rappresentata nel settembre 2005 a  San Pietroburgo (coproduzione del Teatro Nazionale Aleksandrinskij di San Pietroburgo e il Teatro Metastasio di Prato)
 



Sitemap